Lavagna grande  e nera...Gessetti leggeri e colorati...Tracciati,numeri,lettere, corpo in movimento... tutto questo tra tavolini in legno e sedioline sempre ordinate. Propongo di giocare, rendendo vivo e dinamico il tempo insieme con esercizi-gioco, pure stimolazioni grafomotorie, logiche, visuo-percettive e posturali. Mi servo di oggetti semplici, ma efficaci che fanno divertire ed al tempo stesso permettono di apprendere ed imparare giocando, metto a disposizione tanto materiale di recupero (tappi di latta,di sughero e di plastica, bottoni, cannucce, e fili colorati, etc.) e naturale (legnetti,sassolini, pigne, conchiglie, foglie, fiori, frutti, etc.) da poter utilizzare. Di cosa servirsi é prerogativa dei protagonisti, i piccoli esseri speciali, e conseguentemente mia, che divengo la loro co-protagonista in queste esperienze tutte da vivere. Ed ecco qui: il permesso di poter far sperimentare, scoprire, pensare, apprendere, divertendoci sempre ed in infiniti modi diversi attivando le singolari competenze multiple che ciascuno di noi possiede.

Immersa in sfere sensoriali ed alta interattivitá ho quotidianamente la grande e singolare opportunitá di avere tempo, modo, e spazio di fare e stare tra coloro che sanno (DI) essere speciali, che sanno farmi sentire tale anche a me grazie al loro entusiasmo, alla loro  gratitudine, al loro prendere forma. E di questo vi dico grazie! 
Quest'opportunitá cosí strepitosa mi permette ogni giorno di rinnamorami di ció che faccio, del lavoro che svolgo con emozioni sempre nuove, e di riaffermare con fermezza che... non si smette mai di imparare. L'unico modo per fare un buon lavoro é amare ció che si fa (dicono). É cosí che, nel mentre che vi osservo e vi accompagno nel vostro percorso di crescita, sogno che ciascuno di voi, miei piccoli straordinari apprendisti, possa imparare a conoscere i propri talenti ed essere responsabile della propria felicitá. Perché non c'é nulla di piú importante che vivere all'altezza dei nostri sogni di bambini, ve lo assicuro! 

Andate dove vorrete andare. Raggiungete gli apici che vorrete raggiungere. Non accontentatevi, perché come tutte le questioni di cuore, saprete di aver trovato ció che fará per voi quando vi ci troverete dentro. Allora in bocca al lupo a voi, che scoprirete il vostro mestiere di vita!